.
Annunci online

mcfatus [ non esistono grandi problemi, esistono piccoli uomini ]
 




Disclaimer:

Questo blog è mio e ci scrivo quel che mi pare.
ATTENZIONE! Contiene riferimenti a persone, cose, animali, città, fiumi, fiori, governi, marche di automobili realmente esistenti (e che cercano di limitare la nostra gioventù)
ATTENZIONE! Contiene citazioni colte (e non pago la SIAE)
ATTENZIONE! Non contiene i risultati dell'ultima giornata di serie B
ATTENZIONE! Contiene ironia, autoironia, tristezza, seghe mentali e polemicità (non necessariamente in quest'ordine)
ATTENZIONE! Non contiene scene di sesso esplicite (e volendo nemmeno implicite)
ATTENZIONE! Contiene cazzacci miei
ATTENZIONE! Contiene espressioni scurrili, ma parlo come mangio (e mangio malissimo, oserei dire)
Si prega perciò chiunque si ritenga turbato da questo di abbandonare al più presto questo blog, magari senza sbattere la porta...



Chi sono:


Filippo, 24 anni, impiegato



Basta! Parlamento pulito

Dove vivo:

Montecarlo (sì, ma in provincia di Lucca)



Come mi descrivo:

coglione, utopico, coglione, curioso, coglione, esageratamente sicuro di me, coglione



Ipse dixit:

"Puppami la fava" Rousci, 19/05/2007
"Nella vita non ci sono solo le puppe... c'è anche il culo!" mcfatus, 09/06/2007

La mia auto:




23 maggio 2007


Fermate il mondo...

Ormai 'sto blog è quasi totalmente politico, ma che ci vuoi fare? Son polemico...

Lo dico a gran voce... BISOGNA FERMARE QUESTO SCEMPIO!
So che vado controcorrente, ma il documentario della Bbc che parla dei crimini sessuali della Chiesa NON deve essere trasmesso in tv.
Ho ascoltato attentamente i commenti politici e giornalistici alla vicenda e me ne sono convinto profondamente. Se uno vuole la verità, che se la cerchi. I nostri politici (quelli - per intendersi - che non sanno cos'è il phishing) credono che "fuori tv non c'è niente". Che se il documentario non passa in tv il problema è risolto. I nostri politici non sanno che ormai la maggioranza della popolazione non ha più bisogno della tv per ottenere le informazioni di cui ha bisogno. Che le giovani generazioni non la guardano più la tv e crescono a tonnellate di video di youtube e di post di Beppe Grillo. E che quindi nessuno guarderebbe lo stesso video in tv, censurato e seguito dal salottino in cui politici e prelati fanno a gara a chi è più coglione (battaglia difficile, certo, ma già vista troppe volte).
Per questo spero che Santoro venga obbligato a non trasmettere il documentario. Perchè bisogna continuare a far credere ai nostri politici che il loro mondo dorato è ben difeso. Che fuori tv oltre a loro non c'è niente. Per dare un'altra spallata a questo obsoleto mezzo di comunicazione.

[E poi, diciamocelo, non è che questo documentario ci dica granché. E' fatto a regola d'arte, come spesso lo sono i documentari dell'emittente britannica, ma non aggiunge niente di nuovo a quello che sapevamo già. Interessante, ma niente di più.]




permalink | inviato da il 23/5/2007 alle 9:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


13 maggio 2007


Vignetta blasfema (ma a me m'ha fatto schiantare)




permalink | inviato da il 13/5/2007 alle 13:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 maggio 2007


Contraddizioni

Arrivando al Family Day Berlusconi (fonte: Reuters) ha detto che i cattolici che votano a sinistra "si trovano in contraddizione con sé stessi" perchè "stanno con chi vuol impedire alla Chiesa di esprimere le proprie opinioni".

Finalmente una cosa sensata, detta da uno coerente e profondamente cattolico. Sono completamente d'accordo. Solo che mi ricordavo che lo stesso Berlusconi fosse divorziato e risposato. Ma forse mi sbaglio.

"Perché osservi la trave che hai nel tuo occhio, mentre non ti accorgi della pagliuzza nell'occhio del tuo fratello?" (Mt 7, 3) [Citazione soggetta a retorica, NdA]




permalink | inviato da il 13/5/2007 alle 13:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 maggio 2007


Ma i politici dove vivono?



Girottolavo un pò sulla rete cercando informazioni sui conti correnti proposti dalle varie banche e mi sono imbattuto su questa lettera, che si dice sia stata spedita da un senatore alla sede di una banca. Leggete e indignatevi. Può un personaggio del genere capire come risolvere i problemi dell'Italia? Io dubito che riesca a legarsi le scarpe da solo.

Poi dice che uno s'incazza.




permalink | inviato da il 11/5/2007 alle 14:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 maggio 2007


Rivera, il Vaticano e i terrorismi

"Il Papa dice di non credere nell'evoluzionismo, e c'ha ragione: la Chiesa in duemila anni non si e' evoluta affatto. Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato il funerale a Welby, cosa che non ha fatto per Pinochet, per Franco e per uno della banda della Magliana". (Andrea Rivera, Roma, 1 Maggio 2007)

"Anche questo e' terrorismo. E' terrorismo lanciare attacchi alla Chiesa. E' terrorismo alimentare furori ciechi e irrazionali contro chi parla sempre in nome dell'amore, l'amore per la vita e l'amore per l'uomo. E' vile e terroristico lanciare sassi questa volta addirittura contro il Papa, sentendosi coperti dalle grida di approvazione di una folla facilmente eccitabile. Ed usando argomenti risibili, manifestando la solita sconcertante ignoranza sui temi nei quali si pretende di intervenire pur facendo tutt'altro mestiere". (L'Osservatore Romano, Roma, 2 Maggio 2007)

Scusate, ma non riesco a cogliere il nesso. Anche ammesso che la Chiesa sia quella che "parla sempre in nome dell'amore" ("e ora cantiamo tuttio insieme: ti amo, ti amo campionato..."), non riesco a capire. Il terrorismo sono le pallottole, l'esplosivo, il sangue, la sopraffazione. Uno se non è d'accordo può dire che Rivera è un cretino, ma non che è un terrorista.
Ha detto la sua durante un concerto di sinistroidi, non davanti a un meeting di Cl (in quel caso più che terrorista se la sarebbe andata a cercare). Dove sta il problema?
L'ha sparata un pò grossa, ma nemmeno troppo. Dove sta il problema? Perchè tutta la classe politica s'è indignata? Perchè non si indigna di tutta la merda che esiste nel mondo?

A questo punto viva il terrorismo.

PS: se il terrorismo è "lanciare sassi (...) sentendosi coperti dalle grida di approvazione di una folla facilmente eccitabile (...) usando argomenti risibili, manifestando la solita sconcertante ignoranza sui temi nei quali si pretende di intervenire pur facendo tutt'altro mestiere", che dire della Chiesa che pretende di decidere sul modo di formare una famiglia?




permalink | inviato da il 3/5/2007 alle 12:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 maggio 2007


Bagnasco e le pallottole

Ancora non ho capito una cosa. Premesso che è da delinquenti parlare con le pallottole, e che nessuno dovrebbe essere minacciato per il lavoro che fa o per le opinioni che esprime. Ma come mai le minacce hanno diverso peso a seconda se a essere minacciato è un magistrato che combatte la mafia oppure il leader della Cei che butta benzina sul fuoco della contesa politica? Per il primo si aspetta tranquillamente che salti in aria prima di esprimergli la più sincera solidarietà, per il secondo si riempiono le prime pagine di scuse e accuse, e il Quirinale stesso si cosparge il capo di cenere.
I casi sono due: o la vita di un Bagnasco vale più di quella di un Borsellino (o Biagi, o Impastato, o Lima, etc etc etc) oppure la solidarietà e la scorta andrebbero offerte a tutti.
Insomma, c'è qualcosa che mi puzza. Ma ancora devo capire se è puzzo di marcio o di zolfo.




permalink | inviato da il 2/5/2007 alle 10:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia            giugno