Blog: http://mcfatus.ilcannocchiale.it

Appunti dal mondo della tv

Essendo confinato in casa da due settimane (che palle!) mi sono buttato per qualche ora anche su quella cosa che imperterrita tenta di riempire le giornate di chiunque gli passi accanto: la televisione. Un mostro fatto di niente che a qualsiasi ora tenta di vendere (a chi?, mi domando)suonerie improbabili per cellulari, pedane massaggianti che promettono milioni di taglie in meno e altrettanti milioni di euro da vincere indovinando il nome del cantante di Una lacrima sul viso.
Insomma, un suicidio per chiunque vi si fermi davvero davanti.
Ma nel mio girovagare in quel girone infernale, mi sono voluto fermare su un particolare agghiacciante. Più ridicolo di C'è posta per te (che - ne ho le prove - lo guarda un noto blogger montecarlese). Meno interessante di Porta a porta. Più urlato del Progesso. Nientepopodimenoche L'Italia sul due. Uno spregio all'umana speme di evoluzione e progresso.
Puntate tipo: Britney Spears pessima maestra di vita e Vi ricordate del primo bacio. Roba che le repliche delle repliche delle repliche delle repliche di Beverly Hills (che già in prima tv facevano ride') sono considerate capolavori.
Ma io mi domando: ma chi lo guarda uno pseudo dibattito (con opinionisti presi dalla strada, dopo che probabilmente un camion li aveva presi in pieno) su argomenti del genere? Per la piccola parte di canone che pago mi sento indignato. Piuttosto ci propinino due ore di prove tecniche di trasmissione.



Vabbè, non sarà il massimo da vedere, ma almeno concilia il sonno. E non devi nemmeno togliere l'audio.

PS: altra cosa fichissima da guardare è la rubrica dei trailer cinematografici. Di tutti quelli che ho visto ce n'è uno che mi è rimasto particolarmente impresso. Non so il nome del film (un'altro film sulla mafia, magari è anche bello, niente da dire a proposito) ma quello che mi ha colpito è la scritta e la voce di sottofondo che recitano: un film di Andrea Porporati. Che io ho pensato: non l'ho mai sentito dire (sono un cine-ignorante, non lo nego), ma dev'essere uno importante, insomma, non è da tutti far dire "un film di". Poi vai su google e leggi: "All'esordio dietro la macchina da presa". Che si sia un pò montato la testa, il tipo?

Pubblicato il 4/9/2007 alle 18.53 nella rubrica pensieri sparsi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web